Player Profile

Andrea Maestroni

Nazionalità :ITA
Data di nascita :5/12/1976
Professionista dal :1999

Andrea Maestroni è nato il 5 dicembre 1976. Da dilettante ha vinto il Campionato Nazionale Foursome (con Marco Bernardini) nel 1997 e il Campionato Dilettanti Match Play nel 1999, anno in cui è passato al professionismo.

Nel 2000 giunge 14° nel Campionato Omnium, 25° nel Campionato PGAI, 38° nell’Open dei Tessali e 47° nel SanPaolo Vita Open. Nel 2001 si classifica 33° nel SanPaolo Vita Open (Challenge Tour). Partecipa all’Alps Tour con 3° posto nel Donau Open, 12° nel Bipop Carire Open e 15° nel Selesta Open. Nel 2002 disputa alcune gare nel Challenge Tour terminando 34° nell’Open des Volcans; e 42° nell’Open dei Tessali. Nell’Alps Tour è 6° nel Quattroruote Open.

E’ nel Challenge Tour anche nel 2003 con migliori risultati nel Tessali/Metaponto Open (15°) e nel Terme Euganee Open (27°). Nell’Alps Tour è 2° nel Packaging Open.

Nel 2004 si dedica all’Alps Tour: vince l’International de Marcilly, è 2° nel Masters 13 e nell’Open Cote d’Armor Bretagne, 5° nel Trophee Maroc, 11° nel Memorial Barras, 12° nell’Open Gestnord e nel Gosser Open, 14° nell’Open de Gourvenec, nell’Intercontinental Open e nel Challenge PGA Maroc e si impone nell’ordine di merito. A fine anno difende i colori azzurri nella World Cup con Alessandro Tadini (Italia 17ª). Termina 24° nella Qualifiying School e ottiene la ‘carta’ per l’European Tour.

Nel 2005 si alterna tra European Tour (41° Open de Andalucia, 48°European Masters) e Challenge Tour (23° Moroccan Classic). Sull’Alps Tour è 5° nel Memorial Barras e 14° nell’Open Le Pavoniere. Fouri tour è 2° nel Campionato Omnium.

Nel 2006 è nuovamente nel Challenge Tour: supera nove tagli con 7° posto nel Moroccan Classic e 11° nel Credit Suisse Challenge. E’ secondo nel Memorial Barras (Alps Tour) e nel Campionato Omnium.

Nel 2007 è 4° nel Campionato Omnium e nel Challenge Tour supera quattro tagli (41° Telenet Trophy). Negli anni successivi disputa poche gare. Nel 2008 è 8° nel Memorial Barras (Alps Tour), nel 2009 vince il Campionato di Doppio PGAI insieme a Nicola Maestroni, e nel 2010 è 7° nel Campionato Open.

Nel 2011 torna a giocare con una certa continuità nel Challenge Tour e si classifica sesto nel Mugello Tuscany Open e nella Russian Challenge Cup e settimo nel Telenet Trophy e termina 82° nella money list. A ottobre vince il Campionato PGAI, poi è decimo nel Campionato Open.

Inizia il 2012 con il 47° posto nel Sicilian Open (European Tour) poi disputa otto gare nel Challenge Tour classificandosi 13° nel Challenge de España e 16° nel Challenge Provincia di Varese. A fine anno due noni posti: nel Campionato PGAI e nel Campionato Open.

Nel 2013 spazia nel Challenge Tour, nell’Alps Tour e nell’ECCO Tour. Sul secondo circuito continentale va tre volte a premio, in cinque gare, con il 35° posto nel Challenge de España, il 39° nel Mugello Tuscany Open e il 57° nello Swiss Challenge. Parte molto bene nell’Alps Tour con il terzo posto nel Red Sea Ain Bay Open e il quarto nel Red Sea Little Venice Open a cui aggiunge l’ottavo nel Cervino Open, il 13° nell’Asiago Open, il 22° nel Gosser Open e il il 31° nell’Open de Las Castillas. Buone prestazioni anche nell’Ecco Tour con la quinta piazza nel Mediter Real Estate Masters e la 14ª nell’Ecco Spanish Open. Fuori dai circuiti continentali è quarto nel Campionato Open. Il 36° posto nella money list gli concede la ‘carta’ per l’Alps Tour 2014. Termina terzo nell’ordine di merito dell’Italian Pro Tour. Alla Qualifying School dell’European Tour supera lo Stage 1 (sesto al CG Bogogno) e lo Stage 2 (11° al GC Valle Romano in Spagna), ma nella finale esce al taglio dopo quattro giri.

Nel 2014 si divide tra Challenge Tour e Alps Tour. Comincia la stagione in questo secondo circuito dove è 16° nel Gosser Open, 29° nel Peugeot Open e 38° nel Red Sea El Ein Bay Open. Nel Challenge Tour è 44° nell’Aegean Airlines Challenge, 51° nel M2M Russian Open e 57° nel Challenge de España. Fuori tour vince per la seconda volta il Campionato PGAI, termina secondo nel Campionato Maestri PGAI e quarto nel Campionato Nazionale Open. Esce nello Stage 1 della Qualifying School dell’European Tour e riprende la “carta” per l’Alps Tour, che aveva perso, con il 15° posto alla finale della Qualifying School.

L’ottima stagione 2015 è coronata dal successo nell’Open de St. François Region Guadeloupe, il secondo in carriera nell’Alps Tour. Disputa 19 tornei ed esce al taglio solo tre volte. In sei occasioni è tra i top ten: 3° Servizitalia Open, 4° Frassanelle Open, 7° Citadelle Trophy, 8° Alps Tour Mont Garni, 9° Alps de Andalucia e Open International de Marcilly e si porta al settimo posto nella money list anche con l’11° posto nel Tunisian Open, il 12° nell’Open International de la Mirabelle d’Or, il 15° nel Gosser Open e nel Memorial G. Bordoni, il 19° nell’Israel Masters, il 25° nel Colli Berici Open, il 26° nell’Open de Las Castillas e con il 43° nell’Abruzzo Open. Fuori tour è terzo nel Campionato Open e nel Campionato PGAI.

E’ ammesso direttamente allo Stage2 della Qualifying School dell’Alps Tour, ma esce al taglio. Arriva comunque ad ottenere una ‘carta’ per il Challenge Tour 2016, poiché due dei giocatori che lo precedevano nella money list dell’Alps Tour conquistano la ‘carta’ per l’European Tour lasciando due posti liberi uno dei quali lo occupa lui. E’ 12° nella money list nazionale e terzo in quella dell’Italian Pro Tour.

Nel 2016 svolge attività sul Challenge Tour dove va a premio in sette gare su tredici: 18° Turkish Airlines Challenge; 21° Swedish Challenge; 25° Swiss Challenge; 27° Irish Challenge; 44° Le Vaudreuil Challenge; 53° Red Sea Egyptian Challenge; 57° Northern Ireland Open. Non basta per mantenere la ‘carta’ (114° nella money list), ma la recupera alla Qualifying School dell’European Tour con il 67° posto nella finale, dopo aver superato lo Stage 1 (15°) e lo Stage 2 (17°). Fuori circuito, non è fortunato nell’Open d’Italia (European Tour), dove esce dopo 36 buche, ma offre due buone prestazione nell’Italian Pro Tour (quinto nel Campionato PGAI e 15° nel Campionato Nazionale Open). E’ 20° nell’ordine di merito italiano.

Nel 2017 partecipa a 17 tornei, ma senza molta fortuna. Non supera mai il taglio in sette eventi dell’European Tour e lo passa due volte negli otto sul Challenge Tour (60° Hauts de France Golf Open, 72° Prague Golf Challenge). Nell’Italian Pro Tour è 29° nel Campionato Nazionale Open e out nel Campionato PGAI. Ordine di merito italiano: 43°; money list Challenge Tour: 226°.

AUTORE BIO: Nicola Montanaro

  • Position
  • Games Played
  • Minutes Played
  • Starts
  • Substitution On
  • Substitution Off
  • Passes
  • Passing Accuracy
  • Passing Accuracy opp. Half
  • Duels Won
  • Duels Lost
  • Duels Won (%)
  • Aerial Duels Won
  • Aerial Duels Lost
  • Aerial Duels Won (%)
  • Recoveries
  • Tackles Won
  • Tackles Lost
  • Tackles Won (%)
  • Clearances
  • Blocks
  • Interceptions
  • Penalties Conceded
  • Fouls Won
  • Fouls Conceded
  • Yellow Cards
  • Red Cards
  • Goals
  • Penalty Goals
  • Minutes Per Goal
  • Total Shots On Target
  • Total Shots Off Target
  • Shooting Accuracy
  • Successful Crosses
  • Unsuccessful Crosses
  • Successful Crosses (%)
  • Assists
  • Chances Created
  • Penalties Won
  • Offsides