Player Profile

Matteo Delpodio

Nazionalità :ITA
Data di nascita :23/06/1985
Professionista dal :2007

Matteo Delpodio è nato a Torino il 23 giugno 1985. E’ passato al professionismo nel 2007. E’ stato un ottimo dilettante e nel 2004 ha ottenuto nel Campionato del Mondo a Portorico il quarto posto con l’Italia insieme ai due fratelli Molinari, miglior risultato azzurro di sempre eguagliato poi nel 2008 da trio Nino Bertasio-Federico Colombo-Andrea Pavan. Ha vinto con gli azzurri il Campionato Europeo Boys nel 2003. E’ stato campione italiano match play (2003-2006) e juniores (2006).

E’ professionista dal 2007, anno in cui ha iniziato a giocare nell’Alps Tour ottenendo quali migliori risultati il 4° posto nel Sestriere International Open, il 19° nell’Open CDG Development e il 22° Open de Neuchatel.

Nel 2008 ha conseguito sei top ten nell’Alps Tour: 2° nell’Open de Mohammedia, 3° nel Czech Open e nell’Omnium of Belgium, 5° nel Padova Open; 8° nell’UNIQA Open e  9° Open de Haut Poitou. Nel Challenge Tour è giunto sesto nel Margara Open.

Nel 2009 (Alps Tour) ha sfiorato il titolo nel Peugeot La Lorea (2°) ed è terminato 7° nel Masters 26, 8° nel Volturno Open, 9° nell’Open de Strasbourg e 11° nel Grande Finale Attijariwafabank.

Nel 2010 è stato il mattatore dell’Alps Tour: ha conquistatotre titoli (Peugeot Tour El Escorpion, Open International del Normandie, Masters 13), si è classificato secondo nel Peugeot Tour Emporda Golf, nel Le Fonti Open e nell’Open di Puglia e Basilicata, terzo nell’Open de Modagor e nell’Acaya Golf Open, sesto nel Peugeot Tour CCV e nell’UNIQA Open. Ha vinto anche l’ordine di merito ed è stato ammesso nel Challenge Tour.

Nel 2011 ha svolto attività nel secondo circuito continentale disputando 20 gare e superando il taglio in 12 occasioni. E’ terminato 14° nello Scottish Challenge, 19° nell’Open Grand Toulouse, 20° nel Credit Suisse Challenge, 24° nell’Open de Lyon, 35° nella Russian Challenge Cup, 36° nel Mugello Tuscany Open, nell’Acaya Open e nel Roma Golf Open, 39° nel Kazakhstan Open, 50° nella Copa Antioquia, 57° nel Challenge de España, 62° nel Madeira Island Open e 85° nella money list. Ha chiuso l’anno con il decimo posto nel Campionato Open.

Ha iniziato il 2012 con una escursione nell’Alps Tour vincendo l’Open Samanah e giungendo secondo nell’Open Palmeraie. Buone la stagione nel Challenge Tour con il 2° posto nell’Open Toulouse Metropole, il 17° nella Russian Challenge Cup, il 20° nel Karnten Open, il 28° nel Telenet Trophy, il 29° nell’Acaya Open e con altri piazzamenti che l’hanno condotto a disputare l’Apulia San Domenico Grand Final dove è terminato 26°. Confermata la ‘carta’ nel circuito (41° nella money list) ha poi ottenuto quella per l’European Tour classificandosi 14° nella finale della Qualifying School. Fuori tour: sesto nel Campionato Open.

Nel 2013 la partenza nel nuovo tour di competenza è stata sicuramente confortante con sette tagli superati sulle prime nove gare e un bell’ottavo posto nell’Open de España. Successivamente il rendimento è calato e a fine stagione ha preso la ‘carta’ terminando 143° (E 118.253) nell’ordine di merito. Tornato alla Qualifying School non ha superato il taglio nella finale. Nelle altre dieci gare stagionali in cui ha concluso le 72 buche si è classificato 17° nel M2M Russian Open, 37° nell’Alfred Dunhill Championship, 38° nello Scottish Open, 40° nel Ballantines Championship, 42° nel Madeira Island Open, 48° nel Tshwane Open, 52° nel Trophée Hassan II, 63° nell’Alfred Dunhill Championship, 71° nell’Africa Open e 75° nel KLM Open.

Nel 2014 la sua stagione sul Challenge Tour ha offerto molte note positive, specie nella parte finale, e cinque “top ten” conseguite nel Challenge de España (3°), nel EMC Challenge
(7°), nello Shankai Classic (8°), nel Kazakhstan Open (9°) e nello Swiss Challenge (10°). Si è classificato 13° nel Turkish Challenge, 19° nel NH Collection Open e nel Rolex Trophy, 22° nell’Aegean Airlines Challenge, 24° nell’Oman Classic, 32° nel Foshan Open, 38° nel Najeti Hotels Open, 43° nel Dubai Festival Tour Grand Final, 50° nel Northern Ireland Open, 60° nel D+D Real Slovakia Challenge, 63° nell’Open Cotes d’Armor Bretagne, 64° nel D+D Real Czech, 70° nel Madeira Island Open. E’ terminato 32° nell’ordine di merito conservando la ‘carta’. Ha partecipato alla finale della Qualifying School dell’European Tour, ma con la 62ª posizione è rimasto nel secondo circuito continentale.

Nel 2015 ha effettuato un’ottima stagione sul Challenge Tour dove ha ottenuto il successo nell’EMC Challenge Open e una serie di piazzamenti che l’hanno condotto al 35° posto nella money list, con conferma della ‘carta’, e all’ottavo nell’ordine di merito nazionale. Nel secondo circuito europeo, oltre ad aver conquistato il titolo, si è classificato: 22° nel Karnten Open, 24° nel D+D Real Czech Challenge, 31° nello Swiss Challenge, 33° nel Made in Denmark Challenge, 36° nel NBO Classic Grand Final, 44° nel Cordon Open, 47° nel Challenge de España, 48° nello Scottish Challenge, 49° nel Challenge di Madrid e 61° nel Kazakhstan Open. Due i tornei nell’European Tour: Made in Denmark (67°) e 72° Open d’Italia presente by Damiani (taglio). Ha partecipato alla finale della Qualifying School dell’European Tour, ma con il 60° posto non è riuscito a salire nel circuito maggiore.

Nel 2016 ha svolto la stagione sul Challenge Tour cogliendo due top ten e andando a premio 14 volte in 22 partecipazioni. Questi i piazzamenti: 4° Irish Challenge, 10° Hainan Open, 14° Red Sea Egyptian Challenge, 16° Ras Al Khaimah Challenge, 20° Finnish Challenge, 27° D+D Real Slovakia Challenge, 28° Kenya Open, 38° Challenge de España, 46° Kazakhstan Open, 47° Foshan Open, 50° Terre dei Consoli Open, 56° Swedish Challenge, 57° Northern Ireland Open, 61° Montecchia Open. Ha mantenuto la ‘carta’ con il 60° posto nella money list e non è riuscito a salire sull’European Tour concludendo al 58° nella finale della Qualifying School, dopo aver superato lo Stage 2. E’ uscito al taglio nei due tornei disputati sul circuito maggiore (Czech Masters, Italian Open) e nell’Italian Pro Tour si è classificato quarto nel Campionato Nazionale Open. Ordine di merito italiano: 11°

AUTORE BIO: Nicola Montanaro

  • Position
  • Games Played
  • Minutes Played
  • Starts
  • Substitution On
  • Substitution Off
  • 64Passes
  • 78.8%Passing Accuracy
  • 87%Passing Accuracy opp. Half
  • 15Duels Won
  • 22Duels Lost
  • 36%Duels Won (%)
  • 7Aerial Duels Won
  • 6Aerial Duels Lost
  • 51%Aerial Duels Won (%)
  • 7Recoveries
  • 1Tackles Won
  • 0Tackles Lost
  • 100%Tackles Won (%)
  • 5Clearances
  • 3Blocks
  • 1Interceptions
  • 3Penalties Conceded
  • 2Fouls Won
  • 1Fouls Conceded
  • 1Yellow Cards
  • 1Red Cards
  • 3Goals
  • 0Penalty Goals
  • 230Minutes Per Goal
  • 5Total Shots On Target
  • 3Total Shots Off Target
  • 45.6%Shooting Accuracy
  • 3Successful Crosses
  • 2Unsuccessful Crosses
  • 66.8%Successful Crosses (%)
  • 0Assists
  • 4Chances Created
  • 1Penalties Won
  • 3Offsides