Player Profile

Nicolò Ravano

Nazionalità :ITA
Data di nascita :28/06/1985
Professionista dal :2009

Nicolò Ravano è nato a Genova il 28 giugno 1985 e ha iniziato a giocare a undici anni nel Circolo Golf Rapallo. Ha vinto con la rappresentativa del suo club i Campionati Nazionali a  squadre (2002, 2003) e nel 2009 ha fatto parte della compagine azzurra (con Filippo Bergamaschi e Claudio Viganò) oro ai Giochi del Mediterraneo. Nel 2008 ha ottenuto un bel terzo posto agli Internazionali di Turchia.

Nel 2009, sempre da dilettante, ha partecipato ad alcune gare dell’Alps Tour con il 5° posto nel Volturno Open, dove ha lottato per il titolo fino alle ultime buche, con il 9° nello Slovenian Open e con il 19° nel Rapallo Open. A fine anno ha preso la ‘carta’ per quel circuito (69° alla Qualifying School) che ha frequentato nel 2010 terminando 7° nell’Open di Puglia e Basilicata, 12° nell’Open d’Ile de France, 20° nel Feudo di Asti Open, 23° nel Montecchia Open, 25° nell’Omnium of Belgium, 33° nel Peugeot Tour CCV e 35° nell’Open Le Fonti. Con il 22° posto nell’ordine di merito ha mantenuto la ‘carta’.

All’inizio del 2011 si è classificato 12° nel La Pereleja Open e 22° nell’Auto Hall Open, entrambe gare dell’EPD Tour. Nell’Alps Tour ha ottenuto due top ten (4° nel Feudo di Asti Open, 6° nell’Open de Haut Poiyou), quindi è giunto 11° nel Peugeut Tour de Lerma, 12° nel Le Fonti Open, 17° nell’Open de Normandie, 19° nel Peugeot Tour Alps de España, 20° nel Gosser Open, 23° nell’Open Saint François, 24° nel Masters 13, 25° nello Styrian Open e nuovamente 22° nella money list. Ha ottenuto la seconda posizione nel Campionato Open e nel Campionato di Doppio PGAI (con Benedetto Pastore).

2012: buona la partenza nell’Alps Tour con il sesto posto nell’Open Palmeraie e l’ottavo nell’Open Samanah, poi sono arrivati il 17° nel Flory Van Donck Trophy, il 27° nell’Open de Normandie, il 30° nel Castellon Alps e il 44° nel Gosser Open. Ha fatto una buona esperienza disputando alcune gare nel Challenge Tour dove è terminato 34° nel Telenet Trophy. A novembre ha vinto lo Stage2 della Qualifying School dell’European Tour sul percorso spagnolo di El Valle Golf Resort, dove era approdato con il 17° posto nello Stage 1 a CG Bogogno. Poi nella finale  si è classificato 60° ottenendo la categoria 14 per il circuito maggiore e la categoria 7 per il Challenge Tour.

2013: all’inizio dell’anno ha effettuato escursioni nell’Ecco Tour, equivalente danese dell’Alps Tour, per riprendere il ritmo e terminando 25° nell’Ecco Spanish Open e 32° nel Mediter Real Estate Masters. La sua prima stagione piena nel Challenge Tour è stata sicuramente soddisfacente con dieci tagli superati e la conferma della ‘carta’ (74° nella money list con E 19.219). Il miglior risultato lo ha conseguito a fine anno con il nono posto nel National Bank of Oman preceduto dal 13° nello Swiss Challenge, dal 17° nel Norwegian Challenge e nell’Open Blue Green Cotes d’Armor Bretagne, dal 23° nel Real Czech Challenge Open, dal 34° nel Northern Ireland Open, dal 37° nel Montecchia Golf Open, dal 42° nel Madeira Islands Open, dal 52° nel Finnish Challenge e dal 69° nel Kazakhstan Open. Ha provato a passare nell’European Tour attraverso la Qualifying School. Superato lo Stage 2 con l’ottava piazza al Las Colinas GC in Spagna, non è poi riuscito a evitare il taglio dopo il quarto giro nella finale.

2014: ha fatto rodaggio nel mese di febbraio in tre tornei dell’EPD Tour, l’equivalente tedesco dell’Alps Tour, con il 41° posto nell’Open Samanah, e due tagli poi è iniziata la sua lunga stagione sicuramente positiva nel Challenge Tour. Ha partecipato a venti gare superando il taglio in 16. Ha ottenuto una “top ten”, settimo nel Challenge de España, e altri sei piazzamenti tra i “top 20”: EMC Golf Challenge (11°), Le Vaudreuil Golf Challenge (13°), Belgian Challenge Open (15°), Norwegian Challenge (17°), Turkish Airlines (18°), D+D Real Slovakia Challenge (18°). E’ terminato 26° nel Foshan Open, 29° nel Challenge de Catalunya, 34° nel D+D Czech Open, 35° nello Schottish Idro Challenge, 39° nell’Aegean Airlines Challenge, 46° nel Shankai Classic, 48° nell’Oman Classic, 50° nel Vacon Open e 52° nell’Azerbaijan Challenge Open, Con il 62° posto nell’ordine di merito ha mantenuto la ‘carta’. Ha affrontato la Qualifying School dell’European Tour, ma è stato molto sfortunato. Superato brillantemente lo Stage 2. in cui ha avuto accesso diretto, con il secondo posto sul percorso del La Colinas G&CC, in Spagna, ma poi non ha potuto partecipare alla finale per un infortunio.

Sarebbe stato un 2015 probabilmente deludente se non ci fosse stato il gran finale. Infatti ha conquistato la ‘carta’ per l’European Tour dopo una stagione sul Challenge Tour in cui su 20 gare aveva superato il taglio soltanto sette volte (11° Karnten Open, 13° Challenge de Madrid, 25° Kenya Open, 31° Cordon Golf Open, 33° Aegean Airlines Challenge, 43° D+D Slovakia Challenge, 71° Najeti Open) terminando 109° nella money list. Ravano è stato ammesso direttamente alla finale della Qualifying School con una esenzione medica avendo dovuto saltarequella dello scorso anno per un infortunio. Dopo una partenza difficile è riuscito a recuperare e a salire nel tour maggiore con il 26° posto. Si è classificato 22° nell’ordine di merito italiano.

Nel 2016 ottima la sua stagione nell’Alps Tour dove ha siglato i primi tre successi in carriera imponendosi nell’Open La Pinetina, nel St. Malo Golf Open e nell’Abruzzo Open. Malgrado questi tre exploit non è riuscito a fine stagione ad occupare uno dei primi cinque posti nella money list del circuito e salire nel Challenge Tour. E’ infatti giunto settimo per la differenza di pochi spiccioli dal quinto. Nelle altre nove gare disputate ha ottenuto questi piazzamenti: 9° Open de la Mirabelle d’Or, 15° Gosser Open, 22° Open Frassanelle, 25° Alps Costa del Sol, 32° Grand Final by AXA e non ha passato quattro tagli. Nel Challenge Tour ha partecipato al Terre dei Consoli Open (60°) e nell’Italian Pro Tour al Campionato Nazionale Open (16°). Ha preso parte alla Qualifying School dell’European Tour, che ha lasciato allo Stage 2 per una squalifica. Al primo posto nella money list dell’Italian Pro Tour e al 14° in quella italiana.

AUTORE BIO: Nicola Montanaro

  • Position
  • Games Played
  • Minutes Played
  • Starts
  • Substitution On
  • Substitution Off
  • Passes
  • Passing Accuracy
  • Passing Accuracy opp. Half
  • Duels Won
  • Duels Lost
  • Duels Won (%)
  • Aerial Duels Won
  • Aerial Duels Lost
  • Aerial Duels Won (%)
  • Recoveries
  • Tackles Won
  • Tackles Lost
  • Tackles Won (%)
  • Clearances
  • Blocks
  • Interceptions
  • Penalties Conceded
  • Fouls Won
  • Fouls Conceded
  • Yellow Cards
  • Red Cards
  • Goals
  • Penalty Goals
  • Minutes Per Goal
  • Total Shots On Target
  • Total Shots Off Target
  • Shooting Accuracy
  • Successful Crosses
  • Unsuccessful Crosses
  • Successful Crosses (%)
  • Assists
  • Chances Created
  • Penalties Won
  • Offsides